Materiali utilizzati

Materiali utilizzati VETRO 550°C

I manufatti tessili a base di filato di vetro 550°C vengono realizzati utilizzando la fibra di vetro tipo E, inorganica, sterile, e non infiammabile, che viene testurizzata o voluminizzata e successivamente ritorta. Essi sono costituiti da fibre di diametro 9 µ al fine di scongiurare completamente i pericoli di irritazione. I manufatti in fibre di vetro sono adatti, per l'elevata resistenza termica e meccanica, ad impieghi caratterizzati da shocks termici, agli attacchi acidi (ad eccezione dei silicati di sodio), olii e solventi. Sono indicati per temperature di utilizzo fino a 550°C e garantiscono un buon ritorno elastico, una facile adattabilità alla base di inserimento. Bassa perdita al fuoco.

Materiali utilizzati VETRO 750°C

Ottenuto attraverso speciale trattamento chimico delle fibre di vetro per aumentare la resistenza termica. Il diametro medio delle fibre è di 9 µ, caratteristica che rende i prodotti in fibra di vetro sicuri, in conformità con le normative europee vigenti. La perdita al fuoco di questo filato è nulla. I manufatti in fibre di vetro HT sono adatti, per l’elevata resistenza termica e meccanica, ad impieghi caratterizzati da schocks termici, agli attacchi acidi (ad eccezione dei silicati di sodio), olii e solventi. Sono indicati per temperature di utilizzo fino a 750°C. Le fibre di base possono assumere colorazioni diverse (marroncino, azzurro, grigio, blu) a seconda delle esigenze della clientela.

Materiali utilizzati CERAMICA

I manufatti tessili in fibra di ceramica sono ottenuti attraverso l’impiego di filati di allumina/silicato. I tipi standard contengono da 15 al 20% di fibre organiche che donano maggiore resistenza meccanica al prodotto. Queste vengono aggiunte in fase di cardatura e bruciano a temperature medio-alte (a differenza delle fibre sintetiche che bruciano a basse temperature); esaurito tale processo le caratteristiche termofisiche dei manufatti rimangono inalterate. I filati di base sono rinforzati con fili metallici (per resistenza a temperature fino a 900°C), oppure con fili di vetro (che garantiscono una maggiore resistenza meccanica e un impiego adeguato a temperature fino a 650°C). I manufatti in fibre di ceramica sono molto duttili grazie alla bassa densità del materiale e sono caratterizzati da un’ottima resistenza alle alte temperature, agli agenti chimici (ad eccezione di acido fluoridrico, fosforico e agenti chimici molto aggressivi).

Materiali utilizzati VETRO HT CARDATO EVOLSOLUBLE 1260

Il filato in fibra di vetro HT cardato (SiO2) è stato realizzato grazie a un processo di centrifugazione del vetro che permette di ottenere un materiale SOLUBILE, quindi sicuro da punto di vista sanitario grazie al suo buon tasso di dissoluzione (294 ng/cm2 hr). Il prodotto standard contiene il 20% di fibre organiche che vengono aggiunte in fase di cardatura e che bruciano a temperature medio-alte e l’80% vetro HT. Esaurito tale processo le caratteristiche termofisiche dei manufatti rimangono inalterate. La perdita al fuoco è contenuta (2% ca). I filati di base sono rinforzati con fili metallici (per resistenza e temperature fino a 1050°C). oppure con fili di vetro (che garantiscono una maggiore resistenza meccanica e un impiego adeguato a temperature fino a 650°C). Al fine di rendere la fibra Evolsoluble 1260 immediatamente identificabile, Evoltex ha provveduto a dare al filato una leggera colorazione verdina che lo differenzia da materiale similari, come ad esempio la ceramica. La somiglianza delle due fibre, puramente visiva, è data dal fatto che il vetro HT subisce gli stessi processi lavorativi a cui è sottoposta la fibra di ceramica, ossia la centrifugazione, che donano al prodotto finale la stessa consistenza soffice.